Mezzo milione di piantine di Cannabis sequestrate nel 2019, infiniti provvedimenti disciplinari, dispendio di soldi pubblici ed inutili problemi ai cittadini. Perché 100 Mila persone in Italia coltivano Marijuana?

 

Mentre il mondo viene pian piano sommerso dall'onda verde della legalizzazione, qui in Italia siamo fermi al Medioevo e, nonostante la Cassazione abbia depenalizzato la coltivazione casalinga, ancora ci sono, come al solito in questo settore, dubbi al riguardo.

Ma perché le persone coltivano in casa? Facciamo chiarezza:

-il coltivatore medio è adulto, integrato socialmente, buon livello professionale e titolo di studio.

-un coltivatore casalingo produce 300-400 grammi all'anno, la media di circa 1 gr. al giorno.

-il costo sul mercato nero si aggira sui 8-10 euro al grammo, qualità variabile, provenienza sconosciuta e spesso additivi chimici.

-il costo di produzione in casa è di circa 2-3 euro al grammo finito, qualità alta, assenza di additivi e provenienza chiara.

-il risparmio economico annuale è di quindi 2500-3000 euro, i rischi per la salute nulli e nessun bisogno di scendere in strada e favorire il mercato nero.

-la soddisfazione di autoprodursi un prodotto completamente naturale dai benefici incredibili sono vari e tutti positivi.

Serve più tolleranza da parte dello Stato e un invito a concentrarsi sui veri problemi dell'Italia, come per esempio la mafia, che controlla completamente il mercato nero a livello Mondiale.

M.A.